Regolamento del Premio Cambiare 2023

IL PREMIO

Art. 1: L’Associazione Dire Fare Cambiare Aps, nell’intento di promuovere il Manifesto per la cultura bene comune e sostenibile e i principi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, consapevole dell’importanza del contributo che ogni persona, artista, organizzazione no profit e influencer possa apportare per migliorare la città di Roma, organizza e promuove la 2a edizione del Premio Cambiare.

Il Premio vuole essere in primis una dichiarazione d’amore alla città di Roma, vogliamo contribuire significativamente al suo miglioramento rendendola sempre più una città all’altezza di tutte e tutti, aperta e inclusiva.

Il Premio intende conferire un riconoscimento a tutti/e coloro (cittadini/e, artisti/e, organizzazioni no profit e influencer/digital creator) che abbiano compiuto un’azione, realizzato un progetto, ideato qualcosa di particolarmente utile ed importante sotto un profilo culturale, sociale (promozione e tutela dei Diritti Umani) e ambientale per la nostra città.

La parola d’ordine è CAMBIARE.

Cambiare Roma per migliorare la vita delle persone che la abitano in termini di difesa e tutela dei diritti umani, innovazione sociale, tutela dell’ambiente, comunicazione etica.

date

Art. 2: Il bando del Premio Cambiare 2023 verrà lanciato il 10 Dicembre 2023, Giornata Internazionale dei Diritti Umani, e rimarrà aperto fino al 21 aprile 2024, Natale di Roma.

Tutte le informazioni verranno date nel sito di riferimento direfarecambiare.org

il funzionamento

Art. 3: Il concorso è aperto a tutte e tutti le/gli abitanti di Roma ed è gratuito.

LE CATEGORIE

Art. 4: Le categorie del Premio saranno le seguenti:

  • cittadini e cittadine;
  • artisti e artiste;
  • organizzazioni no profit;
  • influencer/digital creator.

Per ogni categoria la segnalazione potrà essere fatta da qualsiasi cittadino/a motivando la propria scelta, la commissione di selezione si riserverà il diritto di individuare altre persone/associazioni/enti/ etc. meritevoli. 

SCADENZA PER INVIO DELLE PROPOSTE

Art. 5 : Il termine ultimo per l’invio delle proposte è il 4 marzo 2024 tramite form sulla pagina del Premio Cambiare 2023(funziona solo da PC) o inviando una mail a direfarecambiare2030(at)gmail.com specificando nome, cognome, e mail, categoria e motivazione della candidatura.

COMITATO DI SELEZIONE E GIURIA

Art. 6: La commissione di selezione avrà il compito di individuare le migliori azioni, progettualità e attività (sia tra quelle arrivate tramite segnalazione su apposito form online che quelle da loro autonomamente e insindacabilmente individuate) che saranno poi sottoposte alla valutazione insindacabile della GIURIA.

Il comitato di selezione è composto da (in ordine alfabetico): Martina Attanasio (fondatrice agenzia TiEdito), Alice Campoli (antropologa ed educatrice),  Giulia Corradi (M.A.S.C. Aps).Alessandra Flamini (Kaos Teatro), Alessandra Laterza (la libraia di Tor Bella Monaca), Emilia Martinelli (associazione Fuori Contesto) Sandro Polci (architetto, ricercatore, comitato scientifico Legambiente).

La giuria è composta da (in ordine alfabetico): Massimo Bray (Direttore Treccani), Roberta Cafarotti (esperta di partecipazione e politiche per lo sviluppo sostenibile), Assia Fiorillo (cantautrice),  Marianna Moser (Green project manager di Vaia), Erica Mou (cantautrice), Alessandra Pagliacci (autrice televisiva) e Barbara Ronchi (attrice).

Le decisioni della Giuria, inappellabili, saranno rese pubbliche il giorno della premiazione.

PREMI

Art. 7: I Premi sono offerti da VAIA e saranno così composti:

Premio alla migliore azione messa in campo da un cittadino e da una cittadina:  VAIA Cube

Premio alla migliore progettualità messa in campo da un’ associazione no profit: VAIA Cube

Premio al miglior artista e alla migliore artista: VAIA Cube

Premio alla migliore azione  social promossa da un/a influencer: VAIA Cube.

La cerimonia di premiazione avverrà ad Aprile 2024 (*luogo e data sarà comunicata sui canali ufficiali dell’associazione), i premi saranno offerti da Vaia, partner dell’iniziativa.

L’Associazione Dire Fare Cambiare si riserva inoltre la facoltà di utilizzare liberamente le registrazioni audio e video effettuate nel corso della fase finale della manifestazione

ACCETTAZIONE

Art. 8 – É facoltà dell’Organizzazione modificare lo svolgimento del concorso e il presente regolamento qualora si verificassero cause indipendenti dalla propria volontà.

Il concorso, in particolare, non è soggetto alla disciplina del DPR 430/2001 concernente la disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio vista la finalità esclusivamente sociale , e, di conseguenza, opera la fattispecie di esclusione di cui all’art. 6 comma 1 lettera e) del DPR 430/2001.